January 1, 2007

Happy New Year!

Happy New Year and all the best to everyone in 2007!


The object of a new year is not that we should have a new year. It is that we should have a new soul.

--G.K. Chesterton

Buon Anno a tutti! In particolare alla blogosfera, e in dettaglio ai lettori di WRH. Possa l’Anno Nuovo portare Gioia e Serenità, ma anche la capacità di riconoscere la Gioia e la Serenità quando incrociano la nostra vita, ché altrimenti potrebbero essere scambiate per indesiderabili intrusi e limiti alla nostra libertà, o meglio alla nostra megalomania ...

In una parola: accontentiamoci di poco, se quel “poco” è sufficiente a riempire la vita con ciò che conta veramente. E naturalmente questo è l'augurio che faccio anche a me stesso. Buon 2007!!!



Recommend this post on Google!


10 comments:

  1. Dimenticavo: ci risentiamo tra qualche giorno, nel frattempo rimetto l'odioso codice- verifica di Bologger anti-spam. Ancora auguri!

    ReplyDelete
  2. Parole sante ...
    Buon Anno anche a te!
    Walter

    ReplyDelete
  3. Best wishes to you and your family in the new year ... I hope 2007 is even more successful for you.

    Best regards
    Di

    ReplyDelete
  4. Auguri di buon anno carissimo. Che ci porti tanta serenità.

    ReplyDelete
  5. Tu quamcumque deus tibi fortunaverit horam, grata sume manu neu dulcia differ in annum...
    Buon Anno!

    ReplyDelete
  6. Buon 2007! E grazie per i consigli su Emerson, ho trovato l'introduzione coinvolgente e sto proseguendo la lettura

    ReplyDelete
  7. Look for the bare necessities, The simple bare necessities, Forget about your worries and your strife... I mean the bare necessities, Old Mother Nature's recipes, That brings the bare necessities of life!

    %-)

    ReplyDelete
  8. Felice Anno Nuovo (Beta) anche a te...
    ciao, Abr

    ReplyDelete
  9. Grazie a tutti, carissimi.
    In particolare a un vecchio amico che ha riportato un brano di una bellissima epistola oraziana (1, 11, a Bullazio).

    Per onorare la splendida citazione includo per i no latinisti (e per coloro che, come me, zoppicano un po' su questa materia, avvolta nelle nebbie del tempo trascorso da quando si studiava il latino)una traduzione personale (e quindi assai probabilmente imperfetta ...) del brano nel suo contesto.


    "Qualunque ora lieta Dio ti conceda prendila con riconoscenza, e non rimandare all'anno prossimo le tue gioie, affinché tu possa dire che in ogni situazione sei vissuto volentieri.
    Infatti, a togliere di torno le angosce e gli affanni non sono certo i luoghi che dominano le vaste distese del mare, ma la ragione e la saggezza, e chi solca i mari in lungo e in largo vede mutare i cieli, non la propria anima. Un'inquietudine impotente ci tormenta e inseguiamo la felicità per terra e per mare. Ma ciò che cerchi è qui, a Ùlubra, nel tuo paese, se non ti viene a mancare il senno."


    Favolosa, non trovate? Grazie, caro LoStruscio!

    ReplyDelete

Related Posts with Thumbnails