March 5, 2007

Ascoltare (anche in rtardo) Rudy Giuliani

Ho ascoltato soltanto ieri sera tardi (complice il week-end), grazie ad Abr, il discorso tenuto qualche giorno fa da Rudolph Giuliani al CPAC 2007 - Conservative Political Action Conference, a Washington. Meglio tardi che mai, però, perché ne valeva la pena.

A prescindere dal colore politico—che al momento mi interessa molto poco, sia per quanto concerne l’Italia sia per quel riguarda il resto del mondo—e da qualsiasi considerazione legata alle appartenenze, «italianità» compresa (che però non guasta …), credo che il candidato migliore alla presidenza del Paese leader della democrazia nel mondo sia lui, e di gran lunga.

Il discorso, tra l’altro, mette in evidenza uno stile diretto, semplice, “non impostato” e persino un po’ impolitico, nel senso migliore del termine, cioè privo di fronzoli, alieno dalla retorica e dalla captatio benevolentiae (à la Veltroni, tanto per capirsi). Credo che farà breccia nell’elettorato americano, anche al di là di ciò che dicono i pur incoraggianti sondaggi, al pari della storia personale del candidato.



Recommend this post on Google!


4 comments:

  1. Trattengo il conato al paragone con Veltroni ;-)
    Sul resto ovviamente concordo con la tua impressione.
    Tnxs!
    Ciao, Abr

    ReplyDelete
  2. Roberto, ti aspettiamo qui: http://rudy08.blogspot.com/ :)

    un abbraccio
    Andrea
    www.rightnation.it

    ReplyDelete
  3. bipolarismo bastardo x demechileis quello italiano---

    ReplyDelete

Related Posts with Thumbnails